L'habilità sta nel coltivare il potenziale di ognuno.

La gestione dell'ansia da esame attraverso le pratiche del Satyananda Yoga - Corso on line per studenti universitari

Titolo La gestione dell'ansia da esame
Categoria Area Star Bene
Iscrizioni Aperte
Durata 10 lezioni da 1,5 ore
Data di inizio 7 febbraio 2022
Data di fine 11 aprile 2022
Prezzo gratuito
Orario dalle 18.30 alle 19.45

L'ansia da esame

I tassi di ansia rilevati tra gli studenti universitari sono raddoppiati dal 2008, secondo i risultati preliminari rilasciati dai ricercatori dell'Università della California, a Berkeley: la percentuale di studenti di età compresa tra 18 e 26 anni con diagnosi di ansia è aumentata dal 10% nel 2008 al 20% nel 2018. In Italia, una recente metanalisi ha trovato una prevalenza del 33.8% per l’ansia e del 27.2% per sintomi depressivi negli studenti universitari italiani (Porru et al., 2021).
L’ansia da esame è definita come un insieme di risposte cognitive, fisiologiche e comportamentali che accompagnano preoccupazione rispetto a possibili conseguenze negative durante gli esami o situazioni di valutazione. Studi sperimentali hanno dimostrato che gli studenti con elevati livelli di ansia tendono ad avere risultati accademici inferiori alla media. I fallimenti accademici costanti hanno pesanti ripercussioni sulla vita scolastica e costituiscono un vero e proprio fattore invalidante. Chi ne soffre riferisce nausea, attacchi di panico, difficoltà del sonno e spesso la totale incapacità di affrontare gli esami.

La risposta di rilassamento

La capacità di gestire le emozioni negative è molto importante per prevenire gli squilibri del sistema nervoso, ed evitare che questo resti bloccato in una forma di attivazione cronica. Le situazioni che interpretiamo come una fonte di minaccia, infatti, lasciano il nostro organismo sotto una permanente condizione di tensione. Per uscire da questa condizione è possibile indurre uno stato di rilassamento attraverso diverse tecniche: il rilassamento progressivo di Jacobson, il training autogeno, il Biofeedback e le tecniche di rilassamento di derivazione orientale.
La risposta di rilassamento è accompagnata da specifiche modificazioni fisiologiche caratterizzate a livello centrale da sincronizzazione del tracciato elettroencefalografico con prevalenza di onde alfa. A livello periferico la risposta di rilassamento è caratterizzata da diminuzione della pressione arteriosa, abbassamento della frequenza cardiaca, abbassamento della frequenza respiratoria, diminuzione del consumo di ossigeno, diminuzione del tono muscolare, diminuzione della conduttanza cutanea e vasodilatazione periferica. A livello soggettivo, la risposta di rilassamento corrisponde ad un’attenuazione dello stato di vigilanza, un vissuto individuale di benessere ed uno stato di disattivazione.

Tecniche di rilassamento orientali, la tradizione del Satyananda Yoga

La tradizione del Satyananda Yoga è un sistema di yoga di fama internazionale sviluppato da Swami Satyananda Saraswati e dal suo lignaggio che incorpora pratiche derivate da fonti antiche e tradizionali, ma adattabili alle esigenze di oggi. L’approccio integrale di questa tradizione si rivolge a tutti gli aspetti della personalità e pone l’enfasi sullo sviluppo della consapevolezza.
Diversi studi hanno dimostrato che la pratica dello yoga è efficace nel ridurre lo stress percepito e l'ansia di stato e di tratto.

La gestione dell'ansia da esame attraverso le pratiche Yoga

Questo corso di yoga si svolge all'interno di un progetto di tirocinio curricolare più ampio (Corso di Laurea in Psicologia - Università degli studi di Padova) svolto presso la cooperativa Sociale Hattiva Lab Onlus di Udine, sotto la supervisione di uno psicologo tutor. L’obiettivo del progetto è iniziare ad indagare l’impatto delle tecniche di rilassamento orientali nella gestione dell'ansia da esame, in particolare a livello di modulazione di alcuni correlati neuropsicologici.
Ogni lezione include la pratica di posizioni (asana), tecniche di respirazione (respirazione yogica, ritmica e bhramari pranayama), rilassamento guidato (shavasana e yoga nidra) e tecniche meditative (trataka). Viene inoltre fornito del materiale audio visivo e le registrazioni delle pratiche.

Destinatari del corso

Il corso si rivolge a tutti gli studenti universitari di qualsiasi corso di laurea.

Modalità di partecipazione e svolgimento dei corsi

Il corso è gratuito e si svolge in modalità on-line su piattaforma zoom.

L’ammissione al corso, che prevede un numero massimo di partecipanti, avviene dopo compilazione di un form di iscrizione e di un questionario di autovalutazione che indichi effettivamente la presenza di un certo livello di ansia da esame. Verrà richiesta la compilazione dello stesso questionario a fine corso per poter valutare le possibili modificazioni autopercepite. I questionari saranno rigorosamente anonimi, e i dati verranno gestiti in ossequio alle normative relative alla privacy.

Il corso è composto da dieci lezioni che si svolgono ogni lunedì dalle ore 18.30 alle 19.45 secondo il seguente calendario:

  • dal 7 febbraio all'11 aprile 2022
  • dal 2 maggio al 4 luglio 2022

Modalità di iscrizione

Il corso è a numero chiuso e le iscrizioni saranno accolte secondo l’ordine di arrivo.

Per iscriversi è necessario compilare un form on line e rispondere ad un breve questionario di autovalutazione, attraverso questo link:

https://forms.office.com/r/83AvAhpdR8

Informazioni:

valeria.bigot@hattivalab.org

Tel. 327/1213807

L’istruttrice

Valeria Bigot è un’istruttrice certificata dalla Scuola di Yoga Satyananda Ashram Italia, dove ha continuato in questi anni l’aggiornamento e la formazione. Insegna dal 1999 conducendo classi per allievi di livello principiante ed avanzato, lezioni individuali e di approfondimento, seminari. Frequenta regolarmente la Bihar School of Yoga a Munger, India, dove segue i programmi dello Yoga Vidya, tra cui l’Hatha Yoga Yatra ed il Progressive Yoga Vidya Training, riservato agli insegnanti. Frequenta il percorso di Studi Yogici presso l’Accademia Europea del Satyananda Yoga a Szolad, Ungheria.

 

Condividi: